Ecospiagge - RicreareNew

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ecospiagge

Articoli



Ecospiagge, marchio Legambiente per stabilimenti balneari.

Certificherà sostenibilità ambientale e inclusività.

È Legambiente ad aver certificato il marchio di  Eco spiagge  agli stabilimenti balneari sostenibili, presentandolo insieme con Village for all a Carrara nell’ambito della fiera nazionale Balnearia 2019. Al momento hanno aderito al progetto sei stabilimenti della rete d’impresa delle Marine del Parco di Viareggio, quali i bagni Alhambra, Aretusa, Arizona, Ester, Mergellina, e Teresa. Attivo dalla prossima estate, sarà assegnato alle strutture balneari che adotteranno misure di sostenibilità ambientale riguardanti standard di accessibilità e di ospitalità per ospiti con particolari esigenze: persone con disabilità, senior, famiglie con bambini piccoli, intolleranze alimentari e, più in generale. Prendersi cura dell’essere umano e dell’ambiente in cui vive è la buona pratica alla base delle spiagge sostenibili: «Non solo un semplice contrassegno, quindi, ma una vera e propria filosofia che vede in prima linea Legambiente e Village for all in un percorso volto a rendere i nostri lidi sempre più accessibili e sostenibili», fanno sapere da Legambiente.
Si tratta di un passo importante, e tra gli esempi virtuosi compare la Green Beach toscana di Castiglione della Pescaia, la prima spiaggia pubblica accessibile e attrezzata per accogliere disabili e mamme con carrozzine e passeggini. Avere una spiaggia come questa significa migliorarne la qualità in tema di rifiuti, energia, acqua, alimentazione, mobilità sostenibile, accessibilità, e rumore. Il litorale, il bagnasciuga, le spiagge sono il demanio: il bene comune per eccellenza . Da tempo siamo attivi nel settore del turismo, con l’etichetta Legambiente Turismo, assegnata a numerosi stabilimenti balneari, che significa per noi scommettere sul futuro riducendo l’impatto ambientale delle strutture ma anche recuperare situazioni compromesse da un turismo distruttivo e restituire spazio al mare e alla spiaggia. Consci che le questioni ambientali non possono prescindere dal tema dell’accessibilità, abbiamo deciso quest’anno di integrare il nostro riconoscimento con i temi dell’inclusività, perché i beni comuni devono essere veramente godibili da tutti, e per questo obiettivo è necessario impegnarsi con il massimo sforzo».

Direttore Resp. Villa Maurizio
+393389878233
Torna ai contenuti | Torna al menu