Keppel stipula un contratto - RicreareNew

Vai ai contenuti

Menu principale:

Keppel stipula un contratto

Articoli

Keppel stipula un contratto per la fornitura di rifiuti alla tecnologia energetica per le piante indiane pianificate.

Keppel Seghers, azienda belga di tecnologia per i rifiuti, ha ottenuto contratti per un valore di oltre 12 milioni di € da Abellon Clean Energy Limited nel Gujarat in India per la fornitura di energia da apparecchiature e servizi di smaltimento.

La società ha spiegato che i progetti saranno i primi nel genere in Gujarat e che forniranno le attrezzature principali, il design e i servizi tecnici per la griglia raffreddata ad aria dell'impianto e la caldaia verticale, progettati per ottenere un efficiente recupero di energia e affidabilità operativa. Una volta completata, la struttura può ridurre efficacemente il volume di rifiuti che vanno in discarica di oltre il 90%. "La quantità di rifiuti generati dalle comunità di tutto il mondo è cresciuta parallelamente alla rapida urbanizzazione e questa è una sfida che deve essere affrontata in modo responsabile", ha commentato il dott. Ong Tiong Guan, CEO di Keppel Infrastructure. “I moderni rifiuti di impianti energetici hanno dimostrato di essere una strategia efficace per ridurre la quantità di rifiuti destinati alle discariche. Dopo aver implementato con successo oltre 100 progetti WtE in tutto il mondo, non vediamo l'ora di fornire la comprovata tecnologia WtE di Keppel Seghers che contribuirà allo stato del Gujarat a raggiungere i suoi obiettivi di gestione dei rifiuti ".
La società ha osservato che, essendo una delle nazioni più popolose del mondo, l'India produce una delle maggiori quantità di rifiuti solidi urbani, trattando solo una parte di essa.
La maggior parte dei rifiuti viene smaltita in discarica o smaltita in aree aperte. Pertanto, lo spreco di energia sta guadagnando crescente attenzione come opzione praticabile per il trattamento dei rifiuti in molti stati dell'India.

Direttore Resp. Villa Maurizio
+393389878233
Torna ai contenuti | Torna al menu